“I miei stupidi intenti” di Bernardo Zannoni

Pensavo che scrivere un romanzo di formazione con protagonista una faina, fosse prerogativa di scrittori di altri tempi, come Richard Adams (autore de La collina dei conigli) o comunque di scrittori consapevoli della loro bravura. Bernardo Zannoni è nato nel 1995 e “I miei stupidi intenti” è il suo romanzo di esordio. Potente, crudo, viscerale. … Leggi tutto “I miei stupidi intenti” di Bernardo Zannoni

“Il giardino dei cento semi” di James Fenton

“Il giardino dei cento semi” di James Fenton rientra in quella categoria di libri che compiono un piccolo miracolo, almeno in me: sviluppano l’immaginazione. Ovviamente bisogna essere appassionati di natura e di giardinaggio, o almeno aver sognato qualche volta un giardino personale. Questa è una condizione necessaria, perché è difficile far comprendere il vero significato … Leggi tutto “Il giardino dei cento semi” di James Fenton

“Le foreste del Maine. Chesuncook” di Henry David Thoreau

La nostra vita dovrebbe essere vissuta con la tenerezza e la delicatezza con cui si coglie un fiore. Leggere Henry David Thoreau ha sempre un effetto benefico su di me. Ogni volta so che nei suoi libri troverò ampi spazi dove respirare, laghi cristallini circondati da pini così alti da avere capogiri nel guardarli, animali … Leggi tutto “Le foreste del Maine. Chesuncook” di Henry David Thoreau

“Sulle tracce di una rosa perduta” di Andrea di Robilant. “Uno scrittore. Un fiore misterioso. Un viaggio tra storia e giardini”.

Il periodo delle rose è finalmente arrivato. Strade, giardini, cortili, si riempiono di colori e di profumi straordinari. Passeggiando per il mio quartiere romano, ho visto maestose rose banksiae arrampicarsi su muri, case e alberi. Dai cortili generalmente blindati agli occhi, hanno fatto capolino, svettando fiere al di sopra dei muretti, rose dai colori accesi … Leggi tutto “Sulle tracce di una rosa perduta” di Andrea di Robilant. “Uno scrittore. Un fiore misterioso. Un viaggio tra storia e giardini”.

“Passione Sakura” di Naoko Abe. La storia dei ciliegi ornamentali giapponesi e dell’uomo che li ha salvati.

Il Taihaku, o Grande Bianco, è un albero raro e spettacolare, esaltato dai puristi per i suoi grandi fiori bianchi a petalo singolo. A un certo punto della storia, in Giappone il Taihaku si era estinto. E il suo inatteso ritorno, in un paese che ha nel ciliegio un simbolo antico e onnipresente, era stato … Leggi tutto “Passione Sakura” di Naoko Abe. La storia dei ciliegi ornamentali giapponesi e dell’uomo che li ha salvati.